FRANCO PAGETTI. Tutti i confini ci attraversano #CMC

40 fotografie, 40 immagini che hanno girato il mondo grazie alle pubblicazioni sulle più grandi testate internazionali. Dal New York Times a Le Figaro, dal Time al The Times of London, l’esperienza di Franco Pagetti, fotogiornalista tra i più autorevoli a livello internazionale, è ora al centro della retrospettiva dal titolo Tutti i confini ci attraversano allestita presso il CMC (Centro Culturale di Milano).

Ideata da Camillo Fornasieri, direttore del CMC, e curata da Enrica Viganò, la mostra è una finestra sull’attualità che permea alcuni paesi. Nelle sue immagini si percorrono i villaggi e i confini tra Afghanistan, Palestina, Irlanda sino al Sud Sudan e oltre. Ai confini geografici e urbani si legano quelli religiosi, da qui la serie di scatti in bianco e nero, ritratti di donne e uomini che pregano all’interno delle mura domestiche per arrivare al confine ideato dall’amore, un amore che cuce insieme le tende delle abitazioni come mezzo di riparo per proteggere i propri cari.

“Il linguaggio fotografico è uno strumento. Comunicare con la fotografia è davvero un modo per raggiungere gente di ogni lingua e cultura. Da parte mia uso il linguaggio della fotografia declinato in ogni sua forma, secondo quello che voglio fare. Sono sempre foto in cui cerco di mettere me stesso, quello che sono io, quello che sono stato e forse quello che sarò.”

Questo slideshow richiede JavaScript.

FRANCO PAGETTI. Tutti i confini ci attraversano
Centro Culturale di Milano
6 Ottobre 2017 – 21 Dicembre 2017

Annunci