Escher, Palazzo Reale, Milano

Dopo il grande successo ottenuto nelle tappe italiane precedenti, a Milano fino al 22 gennaio è possibile perdersi nei mondi enigmatici e magici di Maurits Cornelis Escher visitando la mostra curata da Marco Bussagli e Federico Giudiceandrea nelle sale di Palazzo Reale.

L’esposizione conta oltre 200 opere organizzate in sei sezione che scandiscono l’intero percorso artistico dell’incisore e grafico olandese. In esse traspare l’influenza delle sue radici liberty ben presto contaminate dalle correnti avanguardiste a lui contemporanee, come il futurismo o il surrealismo, ma ad emergere all’interno del percorso espositivo sono specialmente gli anni che riguardano la maturità artistica con i temi della tassellatura e degli oggetti impossibili i quali richiamano a concetti matematici come la scala di Penrose. Di  grande impatto è anche la sezione volta a documentare come la sua figura abbia influenzato la cultura, l’editoria e la musica del novecento e continua ancora tutt’oggi ad essere una grande fonte di ispirazione, in questa sala sono visibili diversi estratti di pubblicità, film e video musicali come per esempio l’estratto di “Labyrinth” o il più moderno “Night in the Museum“.

Maurits Cornelis Escher, Relatività

Maurits Cornelis Escher, Relatività

Il percorso espositivo è ben strutturato, i curatori lo hanno adattato a un pubblico di grandi e piccini, ideando uno spazio in un continuo alternarsi tra realtà e illusione, tra riflessione e diletto. E’ una mostra da non perdere per tanti motivi, ma questo è solo un assaggio, mica posso svelarvi tutto!

24 giugno – 22 gennaio 2017
Palazzo Reale, Milano
Biglietto: intero € 12, ridotto € 10
Orari:lunedì 14.30-19.30
martedì, mercoledì, venerdì e domenica 9.30-19.30
Giovedì e sabato 9.30 – 22.30

Annunci