Da Tintoretto a Rubens – Padiglione Santa Sede #ExpoMilano2015

All’esposizione universale di Milano è presente anche il Padiglione della Santa Sede: ideato dallo studio d’architettura milanese Quattroassociati e posizionato al centro del decumano, questo padiglione custodisce un vero e proprio tesoro artistico. L’arte è uno del linguaggi utilizzati per illustrare il tema proposto all’interno del padiglione “Non di solo pane” che è l’incontro tra aspetti religiosi, diversi elementi culturali e sociali messi a confronto con problematiche mondiali legate al cibo, da coloro che ne fanno un uso spropositato e a chi invece, soffre per la sua mancanza.

La parete laterale sinistra, contrariamente all’altra metà dello spazio che ospita alcuni video e un tavolo interattivo, è costellata da ben 177 fotografie, accompagnate dalle parole di Papa Francesco. La parete principale, in fondo alla sala, assume le sembianze di un palcoscenico per una grande opera d’arte: all’apertura di Expo il dipinto in questione era “L’ultima cena” di Tintoretto, preso in prestito dalla Chiesa di San Trovaso di Venezia, che all’inizio di Agosto ha lasciato il posto a “L’istituzione dell’Eucarestia”, l’arazzo di Rubens, proveniente dal Museo Diocesano di Ancona e risalente alla prima metà del seicento.

Annunci