Mostre Fotografiche gratuite a Milano

Dopo il successo del precedente post, rieccomi per segnalarvi le principali mostre fotografiche gratuite che si tengono a Milano in questo periodo. Sicuramente, come ho già fatto in precedenza, cercherò di andare a vederle tutte e poi vi posterò giorno per giorno le impressioni che ogni singola mostra mi ha suscitato. Ora, senza perdermi in ulteriori chiacchiere parto subito…

Picture 034

Dopo la mostra che si è appena conclusa di Giulio di Sturco si torna a parlare del tema uomo – ambiente; questa volta a farlo è la selezione di fotografie tratte dalla serie “To Face” di Paola de Pietri che ci propone un percorso di immagini che evidenziando il mutamento del territorio segnato dalla costruzione delle trincee e dai bombardamenti  che hanno caratterizzato la Prima Guerra Mondiale.

Triennale dal 1 al 31 Marzo – Ingresso Gratuito; per maggiori info cliccate quì  )

Capodanno alla Geloso occupata,1973

Capodanno alla Geloso occupata,1973

Tre reportage firmati da Pio Tarantini, importante esponente della fotografia contemporanea italiana, sono esposti alla galleria Monopoli di Milano. Tra le fotografie ritroviamo l’uso del bianconero di grana, attraverso il quale vengono proposte immagini riguardanti le fabbriche del Nord e il rapporto/scontro tra i suoi padroni e i relativi operai.

(Galleria Monopoli dal 5 marzo al 3 aprile – Ingresso Libero)

Alfa Castaldi,  tra le figure chiave della fotografia italiana degli anni Sessanta e Ottanta, noto per aver collaborato con Anna, Vogue, Amica, Panorama e L’Espresso, è in mostra presso la galleria Carla Sozzani. Protagonisti delle sue fotografie abiti e modelle resi attraverso uno spiccato uso della creatività e un taglio artistico – pubblicitario dallo stile unico.

(Galleria Carla Sozzani dal 17 febbraio al 30 marzo – Ingresso Gratuito )

wild-west-1861-1912-lamerica-dei-pionieri

Timothy H. O’Sullivan,1871

Wild West. 1861-1912: L’America dei pionieri.

Mostra che raccoglie cinquantasei rare immagini stampate digitalmente, delle quali alcune riportano la firma di fotografi famosi, che raccontano il mito della frontiera e la corsa all’Ovest dei pionieri americani.

 (La Casa di Vetro, fino al 23 marzo – Ingresso Gratuito )

54895615_co4Paco. La Droga dei Poveri.

Il reporter romano Valerio Bispuri indaga con la fotografia gli effetti devastanti del paco, la droga dei poveri, noto anche come PBC (pasta base de cocaina),  che si è diffuso a partire dall’inizio degli anni Novanta nelle favelas e nei ghetti delle città del Sudamerica.

(Galleria Byline in via Ariberto, 31 fino al 18 marzo – Ingresso Gratuito)

Mediterraneo. 
Ángel Gutiérrez Aguirre, Osvaldo Cipriani, Vicente López Tofiño, Juan Manuel Castro Pietro e Juan Manuel Díaz Burgos ci insegnano che lo stesso mare di ogni estate diventa un’esperienza unica, una risorsa interminabile di suggerimenti, di realtà che sono alla portata delle mani ed in un altro mondo.

(Instituto Cervantes via Dante, 12 fino al 5 aprile, lunedì – venerdì dalle 15 alle 19 – Ingresso Gratuito)

Mea Culpa, espressioni di fede e penitenza. La mostra presenta una cinquantina di fotografie in bianco e nero di Umberto Carlo Sommaruga che rivelano aspetti non sempre noti di manifestazioni di fede.

(La casa delle culture del mondo, M1 Lampugnano,dal 14 al 28 marzo – Ingresso Gratuito)

New Works di Luisa Lambri guarda alla relazione tra lo spazio e la luce, concentrandosi sul limite, sul rapporto tra l’interno e l’esterno. Un percorso che conduce attraverso una fotografia rivelatrice: oltre una porta, un corridoio, dietro una scala e una finestra si percepisce una natura non ancora addomesticata. I suoi lavori che hanno da sempre esplorato e decostruito l’architettura modernista attraverso uno sguardo femminile sono ora in mostra presso lo Studio Guenzani.

(Studio Guenzani fino al 30 marzo – Ingresso Gratuito)

Twenty Shades of Light è una mostra che raccoglie le fotografie di Steve Hiett, protagonista da oltre quarant’anni delle pagine di Vogue e Marie Claire, il fotografo di fama internazionale racconta una bellezza enigmatica attraverso immagini audaci ed energiche.

(Giuseppe Moroni Gallery,via San Pietro all’Orto 26 fino al 31 marzo – Ingresso Gratuito)

Annunci